Per la Corte dei Conti Sanremo costa troppo. Ridurre i costi

Richiamo alla Rai affinché faccia suo “un rigoroso piano di razionalizzazione e contenimento dei costi”, compresi quelli di produzione, che impongono una “sostanziale riduzione”, “in particolare per quelli riconducibili al festival di Sanremo, alle fiction e alla programmazione finanziata con fondi diversi da quelli derivanti dal canone” e attivi “ogni misura organizzativa, di processo e gestionale, idonea ad eliminare inefficienze e sprechi”. Lo scrive la Corte dei Conti nella Relazione sul risultato del controllo sulla gestione della tv pubblica nel biennio 2011-2012.

E’ necessario “promuovere efficaci interventi finalizzati a contrastare l’evasione dal pagamento del canone” sottolinea la Corte. La Corte rileva tra l’altro che “l’entrata da canone è rimasta notevolmente compromessa dalle crescenti dimensioni dell’evasione, stimata nel biennio nell’ordine del 27% circa, superiore per quasi 19 punti percentuali rispetto alla media europea”.

Lascia un commento