Lizzano, sequestrato impianto di una discarica per rifiuti speciali non pericolosi

Sotto chiave anche numerose macchine industriali per un valore di circa 300 milioni di euro secondo la stima dei carabinieri del Noe. Sono stati sequestrati in località Palombara. Il sito è quello gestito dalla società Vergine spa. Il provvedimento, richiesto dal sostituto procuratore della Repubblica Marazia, è stato emesso dal gip del Tribunale di Taranto, Ingenit. Il sequestro è stato disposto dopo che una consulenza tecnica e numerosi campionamenti e monitoraggi effettuati dall’Arpa di Taranto hanno accertato, secondo quanto sostengono gli inquirenti, “concentrazioni di idrogeno solforato superiori alla soglia di percepibilità olfattiva prevista”.

Lascia un commento