Vicenza, Bacchiglione in calo ma resta la preoccupazione per le piogge in arrivo

Una perturbazione è appena passata, ma resta alta la preoccupazione del Coc, il Centro operativo comunale riunito nella sede di Aim, per la nuova perturbazione in arrivo questa sera, che aumenterà ulteriormente la portata del fiume Bacchiglione, il cui livello è già alto.

“Il picco di 5,10 metri registrato questa mattina tra le 8.30 e le 9 – ha spiegato il sindaco Achille Variati nella tarda mattinata, al termine della riunione del Coc – ha confermato le previsioni di ieri sera, anche se con un anticipo di due ore, e non ha lasciato dietro di sé gravi problemi, se non in punti molto localizzati nelle parti più basse della città. Tuttavia il Centro funzionale decentrato (Cfd) della Protezione civile della Regione Veneto ha comunicato un ulteriore appesantimento della precipitazioni a partire dalla tarda serata di oggi, sia in montagna che in città, con temperature in rialzo, e quindi scioglimento della neve, e con un’alimentazione del Bacchiglione più da nord. Alle 20 di stasera una previsione del Cfd dà a 4,20 metri il livello del Bacchiglione a ponte degli Angeli, ma noi siamo più ottimisti: prevediamo un livello inferiore a 4 metri, ed è evidente che più alto sarà il livello e più critica sarà la situazione per il ricarico d’acqua. In definitiva, nella tarda mattinata di domani ci potrà essere un’ulteriore onda di piena con un picco superiore a quello di stamattina e tendente, secondo le stime del Cfd, a 5,30-5,50 metri”.

“Per questo motivo per ora è sospeso il preallarme – ha precisato il sindaco -, anche se permane lo stato di attenzione, ma è molto probabile che il preallarme venga di nuovo dichiarato questa sera. Tengo comunque a precisare che sono tutte proiezioni che vanno tarate, perchè basate su previsioni meteorologiche. Per questo abbiamo chiesto al Cfd, per stasera alle 23, un nuovo andamento del modello, che potrà essere molto più preciso perché si baserà sulle precipitazioni reali e non sulle previsioni meteo”.

Il sindaco – ricordando che il Coc ha “vegliato” il fiume tutta la notte, riunendosi questa mattina già alle 6.30 – ha inoltre elencato tutti i lavori eseguiti nel frattempo, anche in notturna. A partire dalla chiusura delle valvole clepet per rendere stagno il fiume, passando per gli interventi urgenti del Genio civile nella sponda destra del Bacchiglione lungo viale Trento (all’altezza dei campi da tennis), per risolvere un problema di fragilità arginale. Acque Vicentine ha inoltre testato con esito positivo in via dell’Edilizia e in via della Tecnica alcuni lavori idraulici di innalzamento dell’acqua, tant’è che laddove ci si aspettavano allagamenti per effetto del Retrone molto alto, non si son invece verificati. Più volte infine sono state asportate ramaglie dal fiume, tra cui un grosso tronco a ridosso del ponte di viale Margherita.

Alcune segnalazioni sono arrivate ai vigili del fuoco per allagamenti parziali di cantine e interrati, il più significativo dei quali si è verificato al reparto di radiologia della casa di cura Eretenia, sempre per effetto del Retrone molto alto. La zona della peschiera di Parco Querini è allagata, come da previsioni, ma l’acqua non esce dal parco. Sono state prudenzialmente chiuse alcune strade, ma poi riaperte, così come il sottopasso di strada della Colombaretta. Ci sono alcuni allagamenti a San Vito di Saviabona, dove in effetti vanno fatti alcuni lavori da parte del Genio civile, che sono però rallentati per maggiori approfondimenti a causa di alcuni cittadini che temono che il Genio sottragga volume creando nuovi problemi. Ca’ Tosate ha avuto un parziale allagamento della strada, ma grazie ai sacchi disposti da Aim Amcps le case non hanno subito danni.

“Per evitare poi allagamenti da pioggia a causa delle valvole clepet che si chiudono perchè il fiume è alto – ha inoltre detto Variati -, abbiamo deciso con Acque Vicentine di risolvere il problema mettendo in funzione e facendo installare le grandi pompe che servono a raccogliere l’acqua per convogliarla nel fiume ad una quota superiore, come nelle vie Stadio, Allegri, Sansigoli”.

Infine il sindaco ha annunciato una buona notizia che interessa via Sardegna, altro punto debole della città: “Già ieri avevamo ben chiaro che c’era una falla nell’argine che rendeva fragilissimo un insediamento – ha ricostruito il sindaco -. Il terreno però è di un privato che si era opposto al fatto che i mezzi del consorzio di bonifica entrassero per chiudere la falla. Purtroppo le procedure in caso di urgenza sono sempre molto complicate, e quindi abbiamo cercato la via del dialogo, con l’assessore Dario Rotondi che proprio stamattina ha ottenuto il nulla osta”.

Seguiranno aggiornamenti su www.bacchiglione.it. Per emergenze e segnalazioni telefonare allo 0444 545311 e per informazioni allo 0444 221360.

Attivo il link alla diretta streaming del fiume Bacchiglione a ponte degli Angeli (canale YouTube “cittàdivicenza”).

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza, Bacchiglione in calo ma resta la preoccupazione per le piogge in arrivo Vicenza, Bacchiglione in calo ma resta la preoccupazione per le piogge in arrivo ultima modifica: 2014-01-31T16:26:19+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento