Teknosolar, gli errori passati si ripetono

“Le recenti prese di posizione delle popolazioni del Vulture-Alto Bradano contro la realizzazione di un impianto solare termodinamico dimostrano ancora una volta la distanza tra una politica di governo regionale, incline a tutelare gli interessi delle società private che vogliono accaparrarsi il territorio e i lucani. Nessuna considerazione ai danni ambientali e alla salute dei cittadini”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Gianni Rosa (Lb – FdI).

“Gli errori passati si ripetono – prosegue Rosa. L’idea di sottrarre al nostro territorio agricolo, nel bel mezzo di un’area come l’Alto Bradano, preziosissimi ettari di terreno all’uso agricolo per destinarlo ad ospitare un campo a tecnologia solare termodinamica di potenza di 50 Mw, è l’ennesimo esempio della programmazione cieca e autolesionistica messa in campo dal Governo regionale in Basilicata.
Fratelli d’Italia Basilicata esprime la sua posizione fermamente contraria alla localizzazione dell’impianto Teknosolar che sottrarrebbe oltre 200 ettari di prezioso terreno agricolo al suo uso per ‘occuparlo’ con un mega impianto solare che potrebbe trovare la sua giusta collocazione in un’area già destinata ad usi industriali, aree che, in Basilicata, non mancano. Per queste ragioni – conclude Rosa – e visto il silenzio del ‘Presidente rivoluzionario’ Marcello Pittella è stata presentata un’interrogazione con la quale si chiede di conoscere la posizione della Regione Basilicata in merito”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Teknosolar, gli errori passati si ripetono Teknosolar, gli errori passati si ripetono ultima modifica: 2014-01-29T16:42:33+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento