Testa di maiale alla sinagoga di Roma, vigilare sul nuovo negazionismo

“E’ allucinante che proprio in occasione della giornata della Memoria avvengano gesti inqualificabili come quello che offende e ferisce nel profondo la comunità ebraica romana e, indirettamente, tutte le comunità italiane”.

E’ durissima la reazione del presidente del Veneto, Luca Zaia, allo sfregio portato alla Sinagoga di Roma. “Gesti inaccettabili e vili come questo dimostrano quanto sia importante– riprende Zaia – ricordare e capire. Come dice il presidente della comunità ebraica di Venezia, Gnignati, con il quale abbiamo celebrato proprio ieri nel Ghetto la giornata della memoria: ricordare non per il nostro passato ma per il nostro futuro”.

“Parafrando Hannah Arendt che parlava di banalità del male – conclude Zaia – qui potremmo parlare di banalità dell’idiozia. Non fosse che questa idiozia trova troppo spesso terreno fertile e dilaga su canali web più prossimi a una cloaca che non a semplici siti informativi. Bisogna agire più a fondo e con incisività contro un deleterio nuovo negazionismo”.

Lascia un commento