Gela, sequestro di beni all’imprenditore Antonio Cammarata

Operato dalla Dia di Caltanissetta che ha apposto i sigilli a Gela ad una cava per la produzione di inerti in contrada Bulala, società, immobili e conti correnti, riconducibili ad Antonio Cammarata, 54 anni, risultato vicino alla famiglia di Cosa nostra gelese legata al noto boss Giuseppe Piddu Madonia, per un valore di tre milioni di euro.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento