2014 Capobianco punta sull’internazionalizzazione per continuare a crescere

Corea, Los Angeles, Parigi e Milano: il brand dello Scarabeo, forte dei risultati incoraggianti delle vendite extraconfine nel 2013, per l’anno in corso punta sull’internazionalizzazione. Dal Far East al Far West, attraverso fiere, esposizioni e presentazioni personalizzate in showroom e boutique, il 2014 dello Scarabeo guarda oltreconfine

Il 2014 inizia nel segno dell’internazionalizzazione per Capobianco che sceglie di presentare la collezione uomo e donna autunno/inverno 2014/15 oltre confine, grazie agli ottimi risultati di gradimento  riscossi già nel 2013 dai suoi capi. “La moda italiana a Seoul” (Febbraio), organizzata dall’Ente Moda Italia il 10/11 Febbraio, sarà tra le passerelle su cui sfileranno le collezioni del prossimo inverno, naturale evoluzione delle precedenti sia nella scelta dei materiali, che dei capi iconici, evolutisi in vestibilità e ulteriormente perfezionati nella scelta dei dettagli. <<La scelta di prendere parte a questa iniziativa – spiega Marco Lorenzi – è frutto dei segnali positivi che abbiamo raccolto nelle ultime stagioni. Le vendite dei nostri capi all’estero sono state più che incoraggianti, tanto da convincerci a presentare, per il primo anno, sia la collezione uomo che donna del prossimo inverno proprio in uno dei Paesi che si è dimostrato particolarmente entusiasta delle nostre proposte. L’interesse dei consumatori Coreani per l’Italian Lifestyle è tangibile, per questo i nostri capi, che dell’italianità sono la sintesi per qualità dei materiali e artigianalità della lavorazione, hanno attirato la loro attenzione. Department stores e boutique multimarca sono sempre più motivati nel trovare nuovi brand d’eccellenza del made in Italy da proporre alla loro clientela, anche per questo abbiamo deciso di volare oltreoceano>>.

A far pendere l’ago della bilancia ci hanno pensato anche i numeri: il fatturato Capobianco, passato dall’ 1,6 milioni di euro del 2012  all’1,8 milioni di euro del 2013, deve gran parte della sua crescita (+ 10%) proprio alle esportazioni (+30% nel 2013) verso Germania, Belgio, Olanda, Scandinavia, Russia e Corea. <<Nell’ultimo anno ci siamo affacciati anche in Australia e Usa dove contiamo di accrescere la nostra presenza nel 2014>>. 2014 che sarà sempre nel segno dell’export per cui è previsto un incremento del 40% e conseguente crescita a due cifre (+20%) del fatturato aziendale.

Nella strategia di internazionalizzazione del brand dello Scarabeo rientrano però anche altre mete. Le collezioni uomo e donna autunno/inverno 2014/15 saranno presentate infatti a Parigi dal 17/24 Gennaio negli spazi dello showroom Capobianco in Rue Saint Honorèe. Lo “Scarabeo”, a partire dalla collezione estiva, approda inoltre anche in America  nelle boutique Amarees di New Port e Maxfield di Los Angeles.

La linea donna avrà, infine, la sua personale consacrazione a Milano durante la seconda edizione di Super (22-24 Febbraio/Pad 3. City Life Palace). <<Per il 2° anno consecutivo – conclude Lorenzi – scegliamo questa fiera per dare spazio alla nostra collezione donna che oggi, pur mantenendo una continuità con quella maschile nella scelta di materiali, dettagli e lavorazioni, è sempre più autonoma>>.A15103

9 su 10 da parte di 34 recensori 2014 Capobianco punta sull’internazionalizzazione per continuare a crescere 2014 Capobianco punta sull’internazionalizzazione per continuare a crescere ultima modifica: 2014-01-24T10:27:30+00:00 da Raffaela Borea
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento