Ancona, morte per tumore della parrucchiera Maddalena Gentile sospetto amianto

La donna di 53 anni, originaria di Vieste, titolare di un esercizio commerciale in via Giordano Bruno, è deceduta dopo un mese di ricovero a Torrette dove le era stato diagnosticato un mesotelioma, neoplasia collegata nella quasi totalità dai casi all’esposizione alle fibre aerodisperse dell’amianto (asbesto), con una latenza temporale elevata (15-45 anni) e un decorso di uno o due anni.

La Procura di Ancona, dopo la segnalazione dell’ospedale, ha disposto l’autopsia chiesta dal pm Rosario Lioniello. Un accertamento per chiarire se il decesso sia derivato dall’esposizione all’amianto e e se vi siano state responsabilità. Gli inquirenti non hanno per ora alcuna indicazione su cosa abbia potuto mettere la vittima a contatto prolungato con l’amianto. L’esposizione all’amianto potrebbe essere derivata dall’utilizzo di strumenti da lavoro, da pulizie domestiche su abiti contaminati o da dispersioni di altra natura (materiali edili all’interno o all’esterno della propria abitazione).

9 su 10 da parte di 34 recensori Ancona, morte per tumore della parrucchiera Maddalena Gentile sospetto amianto Ancona, morte per tumore della parrucchiera Maddalena Gentile sospetto amianto ultima modifica: 2014-01-22T04:09:11+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento