Francesco Scalise e Luciano Gallo rapiti da ribelli libici

Sarebbero in mano ad uomini armati i due muratori catanzaresi di cui si erano perse le tracce in Libia. A rapirli, nei pressi del villaggio di Mrtoph ad est di Derna, sulla strada che collega quest’ultima a Tobruk, uomini con il volto celato.

L’autista dell’auto su cui viaggiavano Scalise e Gallo ha riferito che sono stati fermati con la forza sulla strada all’altezza di Fattaih. Li hanno fatti scendere con la forza e fatti salire su un altro veicolo per poi dileguarsi in direzione di Derna. I due erano operai edili impegnati in scavi per collegare cavi di telecomunicazioni tra Derna e il villaggio di Mrtoph.

Lascia un commento