Firenze, aula del Marco Polo intitolata ad Angela Fiume vittima della strage dei Georgofili

Da oggi un’aula dell’Istituto Tecnico per il Turismo “Marco Polo” porta il nome di Angela Fiume, la giovane donna diplomata nella scuola nel 1976, rimasta vittima dell’attentato mafioso di via dei Georgofili il 27 maggio 1993.
Alla cerimonia, che si è tenuta stamani alla sede di via San Bartolo a Cintoia, erano presenti la famiglia, alcuni compagni di classe e la presidente dell’Associazione dei familiari delle vittime Giovanna Maggiani Chelli, oltre all’assessore Caterina Biti e alla consigliera comunale Maria Federica Giuliani. “Questa intitolazione è un gesto di grande civiltà e umanità – ha detto l’assessore Biti – E’ importante conservare la memoria di quel tragico evento, che ha segnato profondamente la storia di Firenze e dell’Italia intera: questa iniziativa è una maniera affettuosa e partecipata per ricordare Angela, e con lei chi perse la vita in quella terribile notte. I giovani devono conoscere quanto accaduto, devono sapere che la mafia non è un fenomeno astratto e lontano, e devono impegnarsi per combatterlo ad ogni livello”. Proprio in quest’ottica, stamani docenti e studenti hanno rievocato la strage e raccontato quanto è stato fatto nella scuola in questi anni per conservare la memoria della strage e delle sue vittime.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, aula del Marco Polo intitolata ad Angela Fiume vittima della strage dei Georgofili Firenze, aula del Marco Polo intitolata ad Angela Fiume vittima della strage dei Georgofili ultima modifica: 2014-01-18T18:20:39+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento