Potenza, Rosa e Magdi Cristiano Allam chiedono dimissioni Speranza

Gianni Rosa, consigliere regionale della Basilicata di Fratelli d’Italia, e Magdi Cristiano Allam, europarlamentare di “Io amo la Lucania”, hanno scritto una lettera al presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, chiedendo un suo intervento in merito alla loro richiesta di dimissioni di Roberto Speranza, capogruppo Pd alla Camera.

“Roberto Speranza – dicono Rosa e Allam – ha firmato in data 17 ottobre 2013 un documento con cui dirigenti regionali e nazionali del Pd barattavano una poltrona da assessore con i voti di Centro democratico in occasione delle elezioni regionali in Basilicata”. Gianni Rosa e Magdi Cristiano Allam hanno così chiesto al Presidente della Camera “di attivare tutti i poteri e le prerogative istituzionali che le competono al fine di far luce sulla vicenda e adottare gli opportuni provvedimenti”.

Rosa sottolinea che “è prassi comune formare la squadra di Governo insieme agli alleati, ma stipulare patti scritti per assicurarsi un sostegno, che, senza quegli stessi patti, magari non ci sarebbe stato rappresenta un mercimonio delle cariche pubbliche che appartiene ad un modo di fare politica estraneo alla nostra moralità e che da anni cerchiamo di debellare dal Governo della nostra Regione”.

“Ci attendiamo – sostengono – un deciso intervento da parte delle figure istituzionali preposte affinché si faccia luce sulla vicenda e affinché si rispettino le basilari regole democratiche di uno Stato di diritto. Non possiamo permettere che venga alterata la libera scelta degli elettori e che la politica venga ridotta a un mercato delle poltrone a cielo aperto, senza tener conto delle leggi, della democrazia e dei cittadini.”

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, Rosa e Magdi Cristiano Allam chiedono dimissioni Speranza Potenza, Rosa e Magdi Cristiano Allam chiedono dimissioni Speranza ultima modifica: 2014-01-15T19:55:21+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento