Gioia Tauro, prosegue il contrasto alla pesca illegale di bianchetto

Il nuovo anno è appena iniziato ma già si rilevano attività illecite in materia di pesca, estremamente dannose per l’ambiente marino ed in particolare per la salvaguardia delle specie ittiche.

Nel corso dei controlli sul pescato che il personale della Capitaneria di Porto di Gioia Tauro continua intensamente a svolgere nel territorio di competenza, è stato infatti accertato lo svolgimento di un’attività illegale di vendita di “bianchetto” (neonata di sarda), la cui cattura e commercio sono vietati. Il pescato è stato così oggetto di sequestro penale, con conseguente denuncia redatta a carico del commerciante ambulante abusivo, individuato come trasgressore.

Si rammenta che la pratica della cattura di bianchetto ha un forte impatto negativo sullo stock ittico delle sarde, dato che si vanno a prelevare esemplari non ancora adulti, impedendone la riproduzione.

A fronte di questa situazione, si rammenta che nel 2012 è stato introdotto un nuovo sistema normativo che permette di punire penalmente non solo chi effettua tale tipo di pesca, ma anche chi ne pratica il commercio, compreso l’acquirente finale, ossia lo stesso consumatore.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gioia Tauro, prosegue il contrasto alla pesca illegale di bianchetto Gioia Tauro, prosegue il contrasto alla pesca illegale di bianchetto ultima modifica: 2014-01-15T10:49:19+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento