Roma, Un evento per tutti i gusti primo Expo dei sapori mediterranei

evento per tutti gustiCon il Patrocinio della Presidenza dell’Assemblea capitolina è stato presentato, presso la Sala Pietro da Cortona, AMI Expo, il primo salone dedicato ai sapori mediterranei che si svolgerà al Palazzo dei Congressi il 24 – 25 – 26 gennaio. Il salone nasce con un duplice obiettivo: celebrare il piacere del cibo sano come patrimonio della nostra cultura e far conoscere i prodotti tipici dell’area mediterranea, con le loro filiere, ad un più vasto pubblico.

Manipolando prodotti freschi di stagione si può produrre cibo di altissima qualità: per aziende, ristoratori e produttori esporre all’interno di AMI costituisce un’ottima occasione per presentarsi sia ad operatori selezionati del settore nazionale e internazionale sia a numerosi visitatori, potenziali acquirenti.

Quattro saranno i percorsi tematici. Pane e olio (cuore della dieta mediterranea), pesce e pesca (risorsa economica e alimento fondamentale per una corretta alimentazione), sicurezza in tavola e amico cibo.

In particolare, il tema della sicurezza in tavola affronterà il problema della contraffazione e fornirà informazione su tutti gli strumenti che il consumatore deve avere per acquistare tranquillamente il cibo, mentre il percorso “Amico cibo”, rivolto ai bambini dai 6 ai 14 anni, approfondirà il tema dell’educazione alimentare.

Per saperne di più sugli eventi, i convegni, le tematiche e i laboratori visitare il sito www.amiexpo.it

Orari: venerdì, sabato, domenica dalle 10:00 alle 22:30.
Tariffe: Intero: € 12,00 – Ridotto: € 8,00 (ragazzi dai 7 ai 14 anni e over 65); Convenzione Confcommercio Roma – Federalberghi Roma
Gratuito: bambini fino ai 6 anni, disabili con accompagnatore e militari in divisa.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Un evento per tutti i gusti primo Expo dei sapori mediterranei Roma, Un evento per tutti i gusti primo Expo dei sapori mediterranei ultima modifica: 2014-01-15T11:03:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento