Villasimius, si indaga sull’omicidio dell’allevatore Salvatore Zanda

Indagini in corso sul delitto dell’uomo di 65 anni, ex guardia giurata, freddato con una fucilata a pallettoni in località Is Cruccuris a Villasimius. I militari stanno lavorando per ricostruire le ultime ore di vita di Salvatore Zanda.

L’allevatore, che viveva in un appartamento a Villasimius, ogni mattina usciva di casa presto per raggiungere la sua proprietà e portare da mangiare ai suoi cavalli. Poi rientrava per l’ora di pranzo. Zanda è uscito, ha raggiunto il maneggio a bordo della sua Fiat Panda, è sceso dall’auto e mentre apriva il cancello-recinto è stato freddato dalla fucilata sparata alle spalle. L’assassino era nascosto dietro un cespuglio a circa cinque-sei metri dalla vittima. Vicino al cespuglio i Carabinieri hanno infatti trovato la “borra”.

La vittima è stata trovata agonizzante dal vicino proprietario di una cava che ha subito chiamato Carabinieri e 118. I medici hanno tentato per 40 minuti di rianimare Salvatore Zanda, ma non c’è stato nulla da fare.

Difficile al momento per gli investigatori dell’Arma individuare un possibile movente: l’allevatore non aveva precedenti penali, non aveva avuto problemi particolari con i compaesani, salvo qualche piccolo screzio molti anni fa legato al terreno e ai cavalli.

Gli interrogatori riprenderanno oggi. Martedì sarà eseguita l’autopsia sul cadavere.

9 su 10 da parte di 34 recensori Villasimius, si indaga sull’omicidio dell’allevatore Salvatore Zanda Villasimius, si indaga sull’omicidio dell’allevatore Salvatore Zanda ultima modifica: 2014-01-12T10:29:11+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento