Potenza, criteri nomina scrutatori in Quinta commissione

La Quinta commissione consiliare permanente presieduta da Sebastiano Papa ha ascoltato la responsabile del Servizio elettorale comunale, Adele Bellino in merito ai dati relativi allo svolgimento delle ultime consultazioni elettorali svoltesi il 17 e il 18 novembre scorsi.
In particolare, rende noto l’ufficio stampa del Comune di Potenza, l’attenzione dei commissari si è soffermata sull’analisi di quanto emerso a seguito della decisione di passare dal metodo della nomina diretta a quella del sorteggio per l’individuazione dei 314 scrutatori. La dottoressa Bellino ha avuto modo di comunicare che mentre le sostituzioni nelle precedenti tornate elettorali si attestavano mediamente a 14, con circa 3 che venivano effettuate direttamente ai seggi dai presidenti, in occasione del voto di due mesi fa, le sostituzioni sono state 112 effettuate dagli uffici comunali attingendo alla lista degli scrutatori supplenti, oltre alle 60 effettuate direttamente dai presidenti di seggio. La responsabile del servizio ha tenuto a sottolineare come le spese di notifica per le sostituzioni siano quantificabili in circa 600 euro, che le Commissione elettorale comunale (Cec) abbia lavorato in un clima di serenità favorito dall’assenza di proteste. Il presidente Papa nel raccogliere i diversi punti di vista emersi nel corso del dibattito ha evidenziato che “l’esame di quanto comunicato dalla dottoressa Bellino sarà oggetto di confronto all’interno della Commissione e dei diversi gruppi politici”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, criteri nomina scrutatori in Quinta commissione Potenza, criteri nomina scrutatori in Quinta commissione ultima modifica: 2014-01-10T12:14:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento