Verona, marocchina denunciata per furto

La Polizia municipale ha denunciato all’autorità giudiziaria una 31enne, di nazionalità marocchina e regolarmente residente in città, per furto.
La donna è stata infatti sorpresa ieri, giovedì 2 gennaio, nel primo pomeriggio, mentre tentava di allontanarsi da un supermercato di via Roveggia con della merce non pagata nascosta nella borsetta. Prodotti per un valore complessivo di circa 70 euro, tra cui un pentolino, dei pantacollant, un ombrello, un deodorante e dei pennarelli.
Gli agenti sono intervenuti su richiesta del personale in servizio all’interno del punto vendita, accortosi che la donna aveva superato la linea delle casse pagando solo ciò che aveva messo nel carrello e non quanto aveva infilato in borsa, come avevano notato i sorveglianti.
La donna è stata accompagnata al Comando di via del Pontiere per accertamenti, dai quali è emerso che non aveva precedenti penali. Tenuto conto anche del valore degli oggetti sottratti, la 31enne è stata denunciata in stato di libertà; del fatto è stato informato il magistrato Maria Beatrice Zanotti.
Denunciato all’autorità giudiziaria anche il proprietario di un cane, un veronese di 50 anni già noto alle forze dell’ordine, che giovedì scorso stava facendo correre il proprio pastore tedesco, all’interno dell’area verde di via Capodistria. Considerato che l’animale era in un’area vietata e senza guinzaglio i vigili di quartiere sono intervenuti, anche per evitare pericoli ad altri frequentatori. L’uomo ha però mantenuto un atteggiamento non collaborativo, lasciando libero il cane e rifiutando di uscire dall’area, fino ad arrivare ad insultare e minacciare gli agenti.
È stato perciò denunciato per oltraggio e minaccia aggravata a pubblico ufficiale nonché porto abusivo di arma da taglio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Verona, marocchina denunciata per furto Verona, marocchina denunciata per furto ultima modifica: 2014-01-03T17:28:51+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento