A Bologna un passo per San Luca

Inizia la lunga marcia di Un passo per San Luca, progetto di crowdfunding civico dedicato alla raccolta fondi per il restauro del portico più lungo al mondo. Obiettivo 300.000 euro in un anno tramite donazioni, sponsorizzazioni e iniziative.

Soddisfatto il Sindaco Merola: “Dobbiamo unirci per ridare centralità, valore e bellezza ad un luogo simbolo religioso e civico della città, che tutto il mondo vede passando per Bologna. Dobbiamo assumerci una responsabilità come collettività per concretizzare questo risultato, insieme: da qui parte la riscossa civica di cui la città ha bisogno”.

Un passo per San Luca sarà una piattaforma web per raccogliere le donazioni online, arricchita dalla periodica pubblicazione di notizie, aggiornamenti, video e immagini. A questo si affiancheranno iniziative legate sia alla diffusione della raccolta fondi, che alla promozione del portico di San Luca, anche alla luce della candidatura dei portici di Bologna a sito del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

I principi cardine del crowdfunding sono molto semplici: partecipazione dal basso, interazione, coinvolgimento, comunione d’intenti. Con Un passo per San Luca, per la prima volta in Italia una Pubblica Amministrazione decide di utilizzare il crowdfunding come strumento primo per chiedere ai cittadini di partecipare al restauro e alla valorizzazione di un bene artistico che è, in primis, bene comune.

Un passo per San Luca è promosso dal Comune di Bologna e dal Comitato per il restauro del Portico di San Luca, ed è reso possibile grazie alla collaborazione con GINGER – Gestione Idee Nuove e Geniali in Emilia-Romagna, realtà attiva nella promozione e realizzazione di progetti di crowdfunding con un forte legame con il territorio.

Il crowdfunding permette a ognuno, in base alle proprie possibilità, di contribuire a un progetto condiviso. Proprio in quest’ottica, il Sindaco e il Comune di Bologna chiamano a raccolta tutti i cittadini e fanno la propria parte diventando i primi donatori con un contributo di 100.000 euro.

Da qui 100% San Luca, la sezione del sito che ospiterà tutti i nominativi che sceglieranno di donare 100 euro, oltre alle foto e ai video in cui rispondere in poche parole alla domanda “Perché 100% San Luca?”. Per promuovere  l’iniziativa  saranno  coinvolte note personalità bolognesi che decideranno di sostenere per prime il progetto. Hanno già aderito Gianni Morandi, Martina Grimaldi, Carlo Lucarelli, Bibi Ballandi e le società sportive Bologna Fc, Virtus e Fortitudo basket.

L’appello alla cittadinanza a contribuire con donazioni e iniziative si inaugura con il coinvolgimento di Cracking Art, realtà protagonista nel mondo internazionale dell’arte contemporanea che, per la prima volta a Bologna, associa una sua installazione artistica al recupero di un’opera d’arte antica.

 www.unpassopersanluca.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori A Bologna un passo per San Luca A Bologna un passo per San Luca ultima modifica: 2014-01-01T16:40:15+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento