Due milioni e 200 mila euro per le scuole fiorentine

Ridotte all’osso, le priorità sono una manciata. E tra queste c’è sempre la scuola. Ieri la giunta, su proposta dell’assessora all’educazione Cristina Giachi, ha approvato un pacchetto di interventi per quasi due milioni e 200 mila euro. Serviranno a far partire i lavori in numerosi istituti cittadini tra bagni da rifare, barriere architettoniche da abbattere, impianti elettrici da adeguare.Nella lista degli interventi prioritari c’è l’installazione delle barriere antirumore delle scuole con un investimento complessivo di 884 mila euro. 180 mila euro sono stati stanziati invece per la riqualificazione della centrale termica dell’Ambrosoli, 147 mila per lavori di manutenzione straordinaria alla Fanciulli e alla Bechi, 260 per adeguare le strutture alla normativa contro gli incendi, 150 mila per la messa a norma dei centri cottura, 115 mila per i bagni della La Pira, 70 mila per l’abbattimento delle barriere architettoniche del nuovo refettorio/auditorium della Bechi-Piero della Francesca.

“Buona parte di questi lavori – ha spiegato l’assessora Giachi – sono stati finanziati con il piano delle alienazioni. La nostra scelta è quella di continuare impegnare risorse sulla scuola ovvero sul futuro dei nostri giovani”.

“I nostri istituti – ha aggiunto l’assessora all’educazione – sono perlopiù belli ed efficienti perché in tutti questi anni l’istruzione è sempre stata considerata una priorità. Ma per questa amministrazione resta fondamentale mantenere adeguati i sistemi di sicurezza e le strutture nel loro complesso. È, inoltre, un bel modo per creare economia, provvedendo a molti interventi piccoli e medi sulle strutture che ospitano i nostri bambini, i cittadini più giovani, anziché immaginare solo grandi opere. Una comunità cittadina che investe su se stessa e sul proprio futuro”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Due milioni e 200 mila euro per le scuole fiorentine Due milioni e 200 mila euro per le scuole fiorentine ultima modifica: 2013-12-31T10:56:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento