Pesaro, agguato in casa all’imprenditrice Vilma Ciaroni del gruppo Spar mobili

116

La donna di 67 anni ha riportato un occhio nero, tre punti di sutura in faccia, una costola rotta e un grosso cerotto alla fronte. In ospedale le hanno prescritto 25 giorni di guarigione. I Carabinieri le hanno consigliato di non rimanere sola. L’imprenditrice è rimasta per dieci minuti in balìa di un rapinatore o forse di un sicario che è riuscito ad entrare in casa sua in via Poliziano, zona Muraglia, cominciando a malmenarla con calci e pugni. La picchiava e basta senza dire una parola. Il picchiatore non chiedeva soldi, non ha preteso di avere la chiave della cassaforte, non ha cercato preziosi.

L’imprenditrice Vilma Ciaroni è salva perché è una donna di carattere ed è riuscita a reagire. ha inserito l’allarme e l’aggressore è fuggito. Ha vissuto un brutto incubo ma ribadisce attraverso i media locali che non si ferma e non si fa intimorire. In bocca al lupo! e coraggio signora Ciaroni. L’Italia ha bisogno di donne forti come Lei.