Sant’Onofrio, omicidio di Franco Domenico Belsito arrestato Alessandro Loiacono di Tropea

Un delitto maturato per dissidi tra calabresi. L’assassino è un uomo di 33 anni residente a Tortona ma nativo di Tropea. Alessandro Loiacono è stato fermato dai Carabinieri per l’omicidio di Franco Domenico Belsito, 52 anni, imprenditore  originario di San’Onofrio, l’uomo trovato morto, giovedì sera,  nel bagagliaio della sua auto in piazza a Lu Monferrato.

L’uomo fermato dai militari dell’Arma è titolare di una società di recupero di materiale ferroso, non ancora operativa. Secondo quanto si è appreso Loiacono sarebbe indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere. I militari, allo stato delle indagini, escludono collegamenti con la criminalità organizzata.

L’uomo sarebbe stato ucciso durante un litigio scoppiato forse per motivi economici. La causa sarebbe un debito in denaro che la vittima non sarebbe riuscito a saldare. L’imprenditore sarebbe stato ucciso a colpi di bastone e successivamente rinchiuso nel bagagliaio della sua auto dove, dopo una telefonata, è stato trovato il cadavere.  Loiacono era stato tra i primi ad essere portato in caserma in quanto era ritenuto “molto amico” della vittima. Nel corso dell’interrogatorio è caduto in alcune contraddizioni ed ha fornito alcuni elementi non corrispondenti a quelli di altri testimoni e alle immagini riprese dal circuito video del Comune di Lu Monferrato.

Lascia un commento