Torino, la rivista cinese World Architecture dedica alla città un numero monografico

World Architecture, la più influente e diffusa rivista di architettura e urbanistica in Cina, ha dedicato al capoluogo piemontese un numero monografico sul tema delle sustainable strategies, curato da Michele Bonino, docente del Politecnico di Torino e visiting professor alla Tsinghua University di Pechino. E’ una ricerca che guarda alla nostra città come a un modello di rigenerazione urbana, non tutto rivolto all’efficienza tecnologica ed energetica, quanto piuttosto fondato su un’idea di sostenibilità sociale.

Il numero 5/2013 di World Architecture dedicato a Torino – prima città europea a meritare un intero numero –  sarà presentato nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà martedì 3 dicembre alle 18 nella Sala delle Colonne di Palazzo Civico (piazza Palazzo di Città, 1 – II piano).

Con l’occasione, si presenterà in anteprima la mostra Watersheds che il Politecnico di Torino, insieme a South China University of Technology, Chinese University of Hong Kong e IUAV Venezia ha curato per la Biennale di Architettura e Urbanistica di Shenzhen (inaugurazione 7 dicembre 2013). La mostra presenta quattro casi di rigenerazione urbana, di cui uno torinese, ed è patrocinata tra gli altri dalla Città di Torino.

Insieme a Michele Bonino, guest-editor della rivista e curatore della mostra Watersheds (Biennale di Shenzhen) interverrà Zhang Li,  Direttore di World Architecture e professore alla Tsinghua University.

Alla conferenza stampa parteciperanno il Sindaco Piero Fassino, il Rettore del Politecnico Marco Gilli insieme al Vicerettore Enrico Macii, delegato all’internazionalizzazione.

Saranno presenti il professor Carlo Olmo, Direttore dell’Urban Center Metropolitano e il professor Antonio De Rossi, docente del Politecnico di Torino e curatore della mostra Watersheds.

Lascia un commento