Un Natale vero ricco di umanità e solidarietà. Chi salva un bambino salva il mondo intero

di Ennio Bordato

Fra le mura della clinica pediatrica RDKB di Mosca le fragili vite di alcuni bambini lottano ogni giorno aggrappate al futuro. Ljudmila Ulitskaja, una delle più grandi scrittrici russe contemporanee, ha raccolto le storie di lotta quotidiana e di sofferenza nel suo libro Un bicchiere di acqua fresca. Cronache da una Russia solidale e sconosciuta, da poco pubblicato in Italia per le Edizioni Osiride di Rovereto in collaborazione con l’associazione coeditrice “Aiutateci a Salvare i bambini Onlus”. Il libro, il cui titolo originale è Chelovek popal v bol’nicu, finora inedito nel Belpaese, racconta le storie del gruppo di volontari di Padre Aleksandr Men’, cui la Ulitskaja apparteneva, che da quasi 30 anni opera all’interno della clinica moscovita a fianco delle famiglie dei giovani pazienti. Difficilmente il lettore italiano potrà rendersi pienamente conto della situazione nella quale la Russia si è trovata (e per alcuni versi si trova tuttora) nella fase ultima della Perestrojka (detta popolarmente Katastrojka) e nei primi anni della “nuova Russia”, seguiti all’implosione dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche negli anni a cavallo fra i due millenni. A tale comprensione potrà in parte contribuire il libro della più grande scrittrice russa contemporanea: Ljudmila Ulickaja. Questo è un libro importante. Non tanto per lo stile della narrazione o per essere uno degli ultimi scritti di Ljudmila Ulickaja; è rilevante per le cronache della vita quotidiana narrate e per i personaggi. Persone comuni che, improvvisamente, passano da una vita assolutamente normale al dramma della malattia del figlio. Un dramma in un contesto di difficoltà materiali e psicologiche spesso acutissime. Questo libro è di grande interesse perché aiuta il lettore italiano a comprendere l’opera, ormai decennale, dell’Associazione “Aiutateci a Salvare i Bambini Onlus” ed il contesto in cui detta Associazione ha operato ed opera attualmente. Vi si narra con rara maestria dei problemi della vita di persone comuni nella Russia del passaggio dall’economia di Piano ad una società nuova contraddistinta da profonde contraddizioni. Contrasti ancora più stridenti nella società di un Paese, la Russia, così ricco di materie prime ma dove sono presenti al contempo il disagio, l’abbandono, vecchie e nuove povertà. Ludmila Ulitskaya ha deciso di cedere i diritti del suo libro all’associazione “Aiutateci a salvare i bambini onlus”, attiva a fianco di Padre Aleksandr Men’.  Il volume, il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza, è acquistabile in Internet al costo di 15 euro (spese di spedizione incluse), rivolgendosi agli indirizzi di posta elettronica info@aiutateciasalvareibambini.org

Per maggiori informazioni, consultare il sito internet dell’Associazione www.aiutateciasalvareibambini.org.

COPERTINA

Didascalia libro

Una Russia solidale e sconosciuta

Regala e regalati il libro della più importante scrittrice russa contemporanea che narra la storia di “Aiutateci a Salvare i Bambini Onlus”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Un Natale vero ricco di umanità e solidarietà. Chi salva un bambino salva il mondo intero Un Natale vero ricco di umanità e solidarietà. Chi salva un bambino salva il mondo intero ultima modifica: 2013-11-27T22:50:46+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento