Riparbella, forte situazione debitoria ristoratore si uccide nel suo locale

A togliersi la vita un imprenditore di 68 anni. L’uomo si è sparato. Secondo quanto si è appreso il ristoratore era alle prese con una forte situazione debitoria e avrebbe deciso di uccidersi con la sua pistola perché impossibilitato a far fronte alle continue spese.

Ne’ lui ne’ la sua famiglia si erano rivolti al servizio di ascolto e sostegno recentemente aperto dalla Prefettura di Pisa e che mette insieme, unica esperienza di questo genere in Italia, competenze e professionalità diverse per sostenere famiglie e persone in difficoltà economiche accompagnandole in un percorso di gestione della crisi e superamento della situazione debitoria.

Lascia un commento