Ravenna, l’attaccante Salif Sow arrestato per rapina

Il giocatore italo senegalese di 23 anni è finito in manette con l’accusa di avere commesso una rapina, con degli abiti come bottino, da un negozio della città romagnola. Secondo quanto ricostruito dai militari del Radiomobile, il bomber giallorosso, dopo avere rubato alcuni vestiti, ha spinto due commesse per riuscire a fuggire trasformando così il colpo in rapina impropria.

Salif Sow, pur ammettendo il furto tanto da avere fatto ritrovare lui stesso la refurtiva, ha negato la circostanza della spinta. È la seconda volta che il giocatore finisce nei guai per degli abiti. Era già accaduto a maggio quando, dopo essere stato arrestato dallo stesso equipaggio del Radiomobile in seguito a un colpo in un negozio alle porte di Ravenna, aveva patteggiato 10 mesi con pena sospesa.

Lascia un commento