Scalea, patrigno per anni abusa sessualmente della figliastra oggi dodicenne

Le violenze sessuali sarebbero iniziate quando la piccola aveva appena 8 anni. In manette è finito un orco cinquantunenne. Nel corso dell’interrogatorio il barbaro ha ammesso tutto, sostenendo di essere “molto innamorato della piccola” e che i rapporti sessuali sarebbero avvenuti in maniera “…molto naturale, senza alcuna costrizione…”. Il patrigno della piccola è stato posto in stato di fermo dai Carabinieri della Compagnia di Scalea per le violenze nei confronti della compagna di origine polacca. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Paola, Giovanni Calamita, sono state avviate lo scorso 26 ottobre, a seguito di una confidenza fatta dalla vittima ad alcune amiche. Le stesse, hanno riportato quanto appreso ai propri genitori, i quali hanno informato i Carabinieri.

Lascia un commento