Fermo, mobilitazione per fermare le stragi nel Mediterraneo

Anche l’Assessore provinciale all’Immigrazione Ezio Donzelli ha partecipato, questa mattina, al presidio in Piazza del Popolo a Fermo per la Giornata di mobilitazione nazionale “Fermiamo le stragi nel Mediterraneo”. L’iniziativa, indetta da Cgil, Cisl e Uil, ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti degli immigrati presenti nel territorio fermano.

“Dopo la tragedia di Lampedusa – dichiara Donzelli – organizzazioni sindacali ed istituzioni hanno voluto far sentire la propria voce per stimolare la politica ad avere una visione diversa in materia di immigrazione. Tra le proposte di Cgil, Cisl e Uil, che come Provincia condividiamo pienamente, rientrano infatti: un piano per la costruzione di un’efficace sistema di accoglienza con il supporto dell’Unione Europea; l’istituzione di corridoi umanitari per i profughi; la riforma della normativa sull’immigrazione; la necessità di una legge organica sull’asilo; il contrasto alla tratta degli esseri umani. Questa giornata di mobilitazione, quindi, non è soltanto un segno di rispetto e di solidarietà nei confronti di tutte le vittime, quanto piuttosto un modo per riflettere seriamente sulle soluzioni da applicare, a livello nazionale ed internazionale, a partire dai Paesi comunitari, tutti indistintamente interessati dai fenomeni migratori”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Fermo, mobilitazione per fermare le stragi nel Mediterraneo Fermo, mobilitazione per fermare le stragi nel Mediterraneo ultima modifica: 2013-10-11T10:26:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento