Priolo, sotto sequestro area di mille metri quadrati nella raffineria Isab Nord

I sigilli sono scattati in via preventiva perché l’area è contaminata da idrocarburi. L’operazione è stata condotta dagli agenti dei commissariati della Polizia, nell’ambito di una più vasta indagine coordinata dalla Procura di Siracusa, relativa alla salubrità e alla salvaguardia dell’ambiente.

Al vaglio degli investigatori c’è adesso la posizione di due dipendenti della stessa Isab Nord e di altri due della società Priolo Servizi che opera nel sito.

Lascia un commento