Conegliano, noto ristoratore evade in poco meno di tre anni un milione e mezzo

A “beccarlo” i Finanzieri di Treviso dopo un controllo nel locale. Pur ottemperando correttamente all’obbligo di emettere gli scontrini e le ricevute fiscali, non presentava alcuna dichiarazione fiscale. Il titolare beneficiava di una numerosissima clientela. Rilasciava gli scontrini e le ricevute fiscali ai propri clienti, ne curava la registrazione, ma all’atto di completare l’auto-dichiarazione ometteva di segnalare gli incassi e perciò, non presentando alcuna dichiarazione fiscale. Operava infatti completamente in nero. 

Al termine dell’attività di verifica è emerso che l’impresa aveva omesso di presentare le dichiarazioni fiscali dal 2009 al 2012, e pertanto sono state rilevate violazioni alle imposte sui redditi per circa 1.500.000 ed all’Iva per 150.000. Inoltre, l’attività di verifica ha permesso di rilevare ritenute fiscali operate ai propri dipendenti per circa 30 mila euro che sono risultate non versate all’erario.

Lascia un commento