Roma, impegno di Marino sulle bollette pazze Acea

Il primo cittadino ha chiesto una verifica su gestione management dell’azienda. Ignazio Marino,  che con il Comune rappresenta l’azionista di maggioranza della società, ha scritto una lettera al presidente e all’ad. “Richiamo la vostra attenzione al rilievo pubblico e all’impatto, anche sociale, che le attività del gruppo Acea ricoprono soprattutto a livello del territorio di Roma Capitale – è scritto – e a tal proposito, infatti, destano particolare preoccupazione a chi scrive alcune circostanze che vedono implicate diverse società del gruppo in relazione al fenomeno delle “bollette pazze” che, mi auguravo, fosse da tempo definitivamente concluso”.

Lascia un commento