Intervista alla pittrice Laura Palestrini

Presso la Casa Internazionale Delle Donne di Roma fino al 2 ottobre, l’artista Laura Palestrini vi aspetta con “Sinteresi” mostra a cura di Beatrice Riodia. Noi ci siamo recati all’inaugurazione scambiando alcune chiacchiere con lei. Distinta, di bell’aspetto, giovane, piena di entusiasmo e di necessita’ di emergere attraverso la pittura.

Chi e’ Laura Palestrini?
E’ una persona che ha amato l’arte nelle sue forme. Inizia come decoratrice per diventare pittrice , infatti desidera esprimersi attraverso i quadri astratti L’astratto con colori palesa i sentimenti.

Perche’ scegli sempre parole greche per le tue mostre?
Perche’ ho una passione per questa lingua e perche’ nascondono molteplici significati. Infatti’ l’ultima esibizione, “Sinteresi” significa guardare, osservare, fissure lo sguardo ma anche guardarsi interiormente

Perche’ il pubblico dovrebbe venire a vedere i tuoi lavori?
I quadri sono belli, sono presenti tanti stili e ci sono diverse sperimentazioni

A chi ti ispiri per dipingere?
A volte a nessuno, altre volte ci sono richiami evidenti con Klimt, Pollock. Kandinski, Picasso

L’italia aiuta gli artisti?
Il nostro paese non offre molte possibilita’ , e’ molto chiuso.

Cosa consiglieresti ai colleghi piu’ giovani di te?
Di continuare per la loro strada e non arrendersi mai.

Un augurio all’Italia
Che finisca presto la crisi

Un augurio a te stessa
Poter realizzare tante mostre senza dover andare all’estero

Una frase nella quale ti rispecchi e con la quale vuoi concludere l’intervista
I’m sick and tired to be sick and tired che e’ anche il titolo di un mio quadro

9 su 10 da parte di 34 recensori Intervista alla pittrice Laura Palestrini Intervista alla pittrice Laura Palestrini ultima modifica: 2013-09-28T08:39:24+00:00 da Elvia Gregorace
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento