Milano, Cosa nostra al Nord eseguiti arresti e perquisizioni. In manette familiari di Vittorio Mangano

Nel mirino della Direzione Distrettuale Antimafia società cooperative attive nella logistica e nei servizi che mediante false fatturazioni e sfruttamento manodopera hanno realizzato profitti in nero dal 2007. Le società farebbero capo ad una organizzazione mafiosa diretta emanazione di Cosa Nostra nel Nord Italia.

In manette sono finiti anche il genero e la figlia di Vittorio Mangano, considerato da Paolo Borsellino la “chiave” del riciclaggio di denaro sporco in Lombardia. Arrestato Giuseppe Porto, uomo di fiducia a Milano. Coinvolti nell’operazione antimafia figurano Cinzia Mangano, figlia di Vittorio, e il genero di lui, Enrico Di Grusa.

Le indagini della Squadra Mobile di Milano hanno evidenziato un cospicuo flusso di denaro che serviva per mantenere latitanti ma che veniva anche investito in nuove attività imprenditoriali, infiltrando, quindi, l’economia lombarda.

Lascia un commento