Napoli, disoccupati assaltano sedi Pdl e Pd

Alta tensione nel capoluogo campano per effetto di una protesta sfociata in atti di violenza. A manifestare i dipendenti della “Astir srl”, disoccupati ed aderenti ai centri sociali che si sono recati in corteo alle sedi di PdL e Pd ed agli uffici dell’Assessorato all’Ambiente.

I lavoratori della “Astir srl”, società controllata dalla Regione dichiarata fallita, disoccupati dei “Banchi nuovi” ed aderenti a Centri sociali, hanno tentato di occupare il coordinamento regionale del PdL in piazza Bovio, ma sono stati respinti dalle Forze dell’Ordine. La porta della sede PdL, la targa esterna ed una telecamera di sorveglianza sono state danneggiate.

Poi il centinaio di manifestanti, alcune centinaia si è diretto in via De Gasperi, davanti agli uffici dell’ assessorato all’Ambiente, dove è stato effettuato un blocco stradale. Di qui sono partiti in corteo per la sede del Pd in via Santa Brigida, dove ora sono fronteggiati dalla Polizia. Un gruppo è entrato poco fa nella sede del Pd al secondo piano di uno stabile al civico 51 di via Santa Brigida a Napoli ed ha esposto dal balcone uno striscione con la scritta “Banchi Nuovi – comitato di lotta”.

Lascia un commento