Ispica, esplode il deposito della fabbrica di fuochi d’artificio Moltisanti

L’esplosione ha interessato polveriera e laboratorio tra le contrade Cugni e San Giuseppe nei pressi dello stadio. Pare che l’esplosione del materiale pirico sia dovuto a cause accidentali. Lo spostamento d’aria causato dall’esplosione ha fatto tremare tutte le abitazioni nel raggio di oltre un chilometro, distruggendo i vetri delle finestre e spingendo di alcuni metri delle auto parcheggiate in zona, di cui sono saltati i finestrini.

Il forte boato è stato avvertito pure a Modica e Scicli. Quando si è verificata l’esplosione, nel capannone della fabbrica non c’era nessuno. Sentito il titolare della fabbrica di fuochi d’artificio anche sulle condizioni di sicurezza della struttura, andata per buona parte distrutta.

Lascia un commento