Bari, la psichiatra Paola Labriola uccisa da un paziente al Sim

Tragedia al Servizio di igiene mentale. Il corpo senza vita di Paola Labriola, un medico, è stato trovato dalla Polizia, avvertita dai colleghi della dottoressa, in via Tenente Casale nel rione Libertà. La psichiatra di 52 anni ha subito un’aggressione ed è stata uccisa con alcune coltellate nel corso di una visita. 

La tragedia è avvenuta intorno alle 9.30. L’uomo, che ha 44 anni ed era in cura da tempo con la dottoressa, l’ha colpita con 28 coltellate alla schiena ed è stato subito dopo fermato dalla Polizia e condotto in Questura. L’arma del delitto sequestrata dagli agenti è un coltello da cucina, con una lama di 12 centimetri.

Paola Labriola aveva due figli, gemelli. Sul posto è arrivato immediatamente il marito della vittima e i soccorritori del 118, che però non hanno potuto fare nulla per salvarla. La Polizia ha già fermato il presunto assassino di Paola Labriola, un suo assistito di 44 anni in cura presso una struttura sanitaria del quartiere San Paolo. L’uomo avrebbe voluto dei soldi dalla vittima.

Lascia un commento