Italia ed Unione Europea possono accompagnare la Tunisia nel processo di transizione

E’ l’auspicio del Ministro degli Esteri, Emma Bonino, in visita in Tunisia. Il Paese culla delle rivolte arabe nel 2011 vive una situazione di stallo tra il governo islamista guidato da Ennahda e l’opposizione laica; e il braccio di ferro potrebbe precipitare il Paese in uno scenario egiziano.

Il capo della Farnesina, al termine dell’incontro con il presidente dell’Assemblea Costituente, Ben Mustafa Jaafar, si mostra ottimista. “C’è l’intenzione di superare velocemente lo stallo e chiudere rapidamente” il processo di riscrittura della Costituzione, per passare poi alla legge elettorale e a nuove elezioni”.

Lascia un commento