Tim Cup terzo turno, la Reggina batte il Crotone e si aggiudica il derby della Calabria

Dodici squadre della massima divisione, tra cui l’Inter, diciassette di serie B e tre di Lega Pro in campo per conquistare l’accesso al turno successivo.

La formula del turno unico fino ai quarti non prevede partite di ritorno,

chi vince va avanti, chi perde si ferma. Tempi supplementari ed eventuali rigori per stabilire il vincitore. La composizione degli accoppiamenti ha messo di fronte Lecce, Benevento, Frosinone (Lega Pro), rispettivamente con Parma, Sampdoria, Cagliari (serie A).

Tre incontri il cui risultato era dato per scontato fin dalla vigilia a favore delle tre formazioni della massima serie che, per regolamento, giocavano tra le mura amiche. Il finale non ha riservato sorprese né al Parma (4-0) sul Lecce, né alla Sampdoria (2-0) contro il Benevento. Bene anche il Bologna che riesce a sconfiggere con il minimo risultato (1-0) il Brescia.

Male il neo promosso Livorno che sul proprio terreno ha pagato pegno (0-1) al Siena fresco di retrocessione dalla massima serie. L’altro neo promosso, Verona, supera il turno in quel di Palermo dove ha sconfitto (0-1) la squadra di casa allenata da Gattuso.

Escono di scena il Torino sconfitto (1-2) dal Pescara, ed il Genova che si arrende allo Spezia (4-5) dopo i calci di rigore.

 

Risultati della giornata

Reggina – Crotone      0-1

Torino – Pescara         1-2   

Genoa – Spezia            2-2  (4-5 dopo i rigori)

Inter – Cittadella          (domenica 18 ore 18.30)

Sampdoria – Benevento       2-0

Palermo – Verona                 0-1                     

Trapani – Padova                  1-0

Chievo – Empoli                  2-0

Cagliari – Frosinone

Bologna – Brescia                1-0

Livorno – Siena                    0-1

Avellino – Cesena                 1-0

Parma – Lecce                       4-0

Juve Stabia – Varese

Atalanta – Bari  (domenica ore 19.00)