Roma, al Casilino 4 vibonesi realizzano piantagione con 20 mila piante di marijuana

Avevano “attrezzato” un terreno di due ettari dove, attraverso l’apparente coltivazione di granturco, si nascondevano 20 mila piante di marijuana. La droga era divisa in diverse etichette dalla “Relax” alla “Big Devil”. Una maxi-piantagione di cannabis è stata scoperta a Roma, in zona Casilino, dalla Polizia che ha arrestato quattro persone. Ad attirare l’attenzione degli agenti a bordo della volante è stato il forte odore proveniente da un casale in via Lunano.

Quando i poliziotti sono entrati nella proprietà hanno trovato in un capannone alcuni fili dove erano appese le piante di marijuana per l’essicazione. In terra invece c’erano le cassette di legno accatastate con l’erba già pronta e le diverse tipologie: dall’etichetta “Relax” a “Big Devil”. Alle spalle del caseggiato c’era il terreno, dove ai piedi di ogni pianta di granturco ne cresceva una di marijuana. Il tutto corredato da un sistema di irrigazione.

Gli agenti hanno trovato quattro persone all’interno della piantagione, arrestati con l’accusa di produzione e traffico di sostanze stupefacenti. Sono tutti originari di Vibo Valentia e sono due 23enni, un 21enne ed un 46enne, l’unico senza precedenti di Polizia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, al Casilino 4 vibonesi realizzano piantagione con 20 mila piante di marijuana Roma, al Casilino 4 vibonesi realizzano piantagione con 20 mila piante di marijuana ultima modifica: 2013-08-17T22:22:54+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0