Canicattì, Carmelo Insalaco muore per una febbre alta originata da una puntura di zecca

L’agrigentino di 66 anni, secondo il racconto degli amici, stava male da una settimana e avrebbe preso farmaci anti influenzali, non si sa se prescritti da un medico. Quando le sue condizioni si sono aggravate, è stato portato al Barone Lombardo di Canicattì e poi trasferito a Caltanissetta al reparto di rianimazione. Il giorno successivo è morto.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin