Provincia Crotone, effettuato il rimpasto con l’ingresso di tre nuovi assessori

È nata la Giunta ter alla Provincia di Crotone dai connotati di un ribaltone. Del cambio di alcuni assessori se ne parlava da tempo nonostante la possibile cancellazione a breve degli Enti intermedi.

Dicevamo di una nuova Giunta che potrebbe essere paragonata ad un ribaltone giacché entra nell’esecutivo un esponente dei I Demokratici (Giovanni Capocasale) che alle elezione era schierato con il centrosinistra a sostegno del candidato Ubaldo Schifino. Ad aver facilitato il compito al Presidente Stanislao Zurlo le dimissioni presentate nei giorni scorsi da  Ubaldo Prati (Vice Presidente) e Giovanni Lentini (Assessore alla cultura), e della revoca dell’assessore Antonio Leotta.

Con proprio decreto il presidente della Provincia Stano Zurlo ha nominato nella mattinata del 3 agosto 2013 tre nuovi assessori.

Si tratta del dr. Giovanni Capocasale (deleghe ai servizi sociali, Cultura, Beni Culturali e sport), dell’avv. Pietro Durante (vicepresidenza nonché le deleghe al Lavoro ed alla formazione professionale), dell’avv. Diodato Scalfaro (deleghe ai Lavori pubblici e viabilità, sicurezza stradale, energia, polizia provinciale). Il presidente Zurlo ha attribuito inoltre la deleghe per l’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” all’assessore Gianluca Bruno e Sindaco di Isola Capo Rizzuto; l’impiantistica sportiva all’assessore Alessandro Carbone; quella all’ambiente all’assessore Salvatore Claudio Cosimo. Dopo le nomine, il presidente Zurlo ha dichiarato:

“Ringrazio gli assessori uscenti per la qualità del lavoro messo in campo in questi 2 anni e mezzo al mio fianco. Sono certo che gli assessori Capocasale, Durante e Scalfaro opereranno con il massimo entusiasmo”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Provincia Crotone, effettuato il rimpasto con l’ingresso di tre nuovi assessori Provincia Crotone, effettuato il rimpasto con l’ingresso di tre nuovi assessori ultima modifica: 2013-08-12T16:10:28+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0