Chiudono tutte le strutture sanitarie del gruppo San Raffaele nel Lazio

Al via la messa in mobilità degli oltre duemila dipendenti. A darne notizia il Presidente della San Raffaele SpA, Carlo Trivelli, a conclusione di una riunione sindacale. “Il mancato rispetto da parte della Regione Lazio degli accordi sottoscritti solo il 31 luglio – dichiara Trivelli – priva la San Raffaele della liquidità necessaria per garantire la prosecuzione delle attività del gruppo, che sarà, a questo punto, costretto a chiudere tutte le strutture del Lazio e ad attivare le procedure per la messa in mobilità di più di duemila dipendenti”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin