Tragedia Irpinia, indagati due responsabili di Società Autostrade

Tre le persone indagate per omicidio colposo plurimo e disastro colposo, nell’ambito dell’inchiesta sul bus precipitato dal viadotto Acqualonga dell’autostrada Napoli-Canosa. Si tratta del titolare della ditta “Mondo Travel” e fratello dell’autista morto nell’incidente e due responsabili di Società Autostrade.

L’elenco potrebbe allungarsi nei tre filoni che la Procura di Avellino segue. Le responsabilità vanno ricercate verificando le condizioni dell’autobus, del tratto autostradale e dell’autista. Gli interrogatori potrebbero cominciare la prossima settimana, quando il procuratore Rosario Cantelmo riceverà le prime relazioni.

Si attende anche il completamento delle notifiche a 300 persone, tra indagati e parti offese, per l’espletamento dell’esame autoptico. Il Procuratore Cantelmo ha avuto un breve e informale colloquio con i legali di Società Autostrade che si sono presentati spontaneamente per fornire tutta la collaborazione necessaria alle indagini.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin