Taranto, dalla raffineria Eni sversato in mare un grosso quantitativo di idrocarburi

Sul posto uomini e mezzi della Capitaneria di Porto e della società Ecotaras. I tubi andati in pressione per il blackout, avrebbero liberato liquido che sta “inquinando l’acqua del mare a Taranto”. La chiazza sarebbe estesa tanto che non si assorbe con le barriere galleggianti.

Numerosi cittadini hanno telefonato ai Pompieri e alla sede dell’Arpa di Taranto per segnalare la fuoriuscita di fiamme e denso fumo nero da una torcia della raffineria Eni.

Non è escluso, come accaduto in passato, che ci sia stato un blocco temporaneo a un impianto che ha fatto scattare il sistema di ecosentille. Un meccanismo che prevede proprio la fuoriuscita di fumo dalle torce.

9 su 10 da parte di 34 recensori Taranto, dalla raffineria Eni sversato in mare un grosso quantitativo di idrocarburi Taranto, dalla raffineria Eni sversato in mare un grosso quantitativo di idrocarburi ultima modifica: 2013-07-08T21:51:19+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0