Ballottaggio nella Capitale, primo turno a Catania

Turno di ballottaggio per l’elezioni dei sindaci di 67 comuni. Urne aperte anche in 142 comuni siciliani per il primo turno elettorale. Tra i comuni interessati al ballottaggio occhi puntati su Roma e 10 capoluoghi di provincia: Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Lodi, Siena, Treviso e Viterbo.

ll turno di ballottaggio nei 67 comuni, si legge in una nota del Viminale, interesserà un corpo elettorale di 4.485.637 elettori, di cui 2.128.464 maschi e 2.357.173 femmine. Le sezioni elettorali saranno 5.074. Le operazioni di votazione si svolgeranno domenica 9 dalle ore 8.00 alle ore 22.00 e lunedì 10 dalle ore 7.00 alle ore 15.00; lo scrutinio avrà inizio nella stessa giornata di lunedì, al termine delle operazioni di voto e dopo il riscontro del numero dei votanti.

I risultati delle operazioni elettorali saranno diffusi in tempo reale attraverso i siti www.interno.gov.it http://elezioni.interno.it.

Si voterà in Sicilia per il primo turno di votazione per le elezioni comunali che interesseranno 142 comuni, di cui 4 capoluoghi di provincia (Catania, Messina, Ragusa e Siracusa) i cui risultati saranno consultabili sul sito della Regione Sicilia. Nel solo giorno di domenica 9 giugno si svolgerà anche, a seguito del primo turno di votazione del 26 maggio scorso, il turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco del comune di Pergine Valsugana, in provincia di Trento, i cui risultati saranno consultabili sul sito della Regione Trentino-Alto Adige.

Per il turno di ballottaggio, precisa il Ministero dell’Interno, si sceglie solo tra i due candidati sindaci che hanno ottenuto, al primo turno, il maggior numero di voti e l’elettore vota tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto.

Il ministero dell’Interno ricorda che, poichè il turno di ballottaggio costituisce una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare, in occasione del ballottaggio stesso, solo coloro che abbiano maturato il diritto di elettorato entro il giorno di domenica 26 maggio 2013, in cui ha avuto inizio la votazione del primo turno. Tali elettori potranno partecipare al turno di ballottaggio anche se non si siano recati a esprimere il voto in occasione del primo turno. Per poter esercitare il diritto di voto presso l’ufficio elettorale di sezione nelle cui liste risulta iscritto, l’elettore dovrà esibire, oltre ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale a carattere permanente.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0