Il Governo chiarisca sui Volontari in Ferma Breve

“Ho presentato un’interrogazione ai Ministri della Difesa, dell’Economia e dell’Interno, per capire se il Governo intende esaminare la possibilità di soddisfare la richiesta dei cittadini che hanno prestato servizio nelle Forze Armate quali volontari in ferma breve, e quali iniziative vuole assumere per porre rimedio alla problematica legata agli idonei, vincitori dei concorsi”.

E’ quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di “Fratelli d’Italia”  e componente dell’Ufficio di Presidenza di Montecitorio.

“Si tratta, purtroppo, di una nuova preoccupante forma di disoccupazione, spesso giustificata alla luce del cosiddetto blocco del turn over che in Italia, ormai, viene reiterato a varie riprese da quasi quindici anni ed investe anche quanti hanno rischiato la loro vita nelle missioni internazionali. Nonostante l’esistenza e la validità delle graduatorie di concorsi già espletati, le Pubbliche Amministrazioni del comparto continuano, però, a bandire nuovi concorsi. Più razionale, oltre che conforme alle legittime aspettative di quanti sono già risultati idonei, sarebbe il preventivo esaurimento delle graduatorie formate alla conclusione delle precedenti procedure concorsuali”.

“Tale situazione – aggiunge Cirielli – comporterebbe un’assurda discriminazione, su base meramente anagrafica, di molte migliaia di giovani che, per ragioni d’età, avevano già optato per l’arruolamento come Vfb e che oggi si trovano preclusa ogni possibilità di inserimento nell’ambito della Guardia di Finanza e comunque nelle altre forze del Comparto”.

“Mi auguro, pertanto – conclude Cirielli – che il Governo chiarisca la sua posizione, anche su un’altra situazione a dir poco preoccupante e che riguarda coloro che sono risultati non solo idonei, ma altresi’ vincitori di concorsi pubblici, e ancora in attesa di essere arruolati, vittime innocenti della spending review”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0