Torino, approvati i criteri per le aperture estive di negozi, distributori, bar e ristoranti

La Giunta Comunale ha approvato stamani su proposta dell’Assessore Giuliana Tedesco, i criteri per la programmazione dei turni di apertura in agosto di bar, ristoranti, negozi che vendono prodotti alimentari di prima necessità e distributori di carburante. Nei due anni scorsi il Comune aveva già avviato la programmazione delle aperture di negozi e distributori di carburante su base volontaria ed in collaborazione con le associazioni di categoria con buoni risultati, poiché nelle due settimane centrali di agosto è stata garantita l’apertura del 25% di negozi e distributori. Va anche considerato che l’approvvigionamento di prodotti alimentari è garantito anche dai 42 mercati rionali, aperti anche in estate, e che l’acquisto di carburanti è possibile anche nel periodo di chiusura grazie alle colonnine automatiche. Con la deliberazione odierna l’esperienza viene estesa a bar e ristoranti, che in precedenza rispettavano una programmazione triennale che riguardava l’area turistica della città. Il periodo individuato quest’anno va dal 12 al 24 agosto, e le adesioni di negozi, distributori, bar e ristoranti (periodo di apertura ed orari) dovranno essere comunicate entro il 28 giugno al Servizio Attività Economiche e di Servizio, Sportello Unico per le Attività Produttive, Pianificazione Commerciale via fax al numero 011 4430865 o via posta elettronica certificata all’indirizzo SUAP@cert.comune.torino.it. Sarà pubblicato, oltre all’elenco degli esercizi che apriranno nelle due settimane centrali di agosto, anche quello di coloro che resteranno aperti negli altri giorni del mese: sarà salvaguardato il diritto alla chiusura nei giorni festivi ed al riposo infrasettimanale. Coloro che non rispetteranno il turno prescelto o assegnato (questo solo in caso di adesioni insufficienti) saranno sanzionati . “ASCOM”, ha commentato la presidente Maria Luisa Coppa richiamando la collaborazione con l’Assessorato, “da tempo sostiene l’importanza del superamento del vecchio meccanismo dei turni di ferie imposti dal Comune ai commercianti, sostituendolo con un più razionale meccanismo basato sulla volontarietà di adesione dell’operatore che garantisca il servizio per cittadini e turisti, un meccanismo che ha già dato risultati positivi lo scorso anno nel settore dell’offerta alimentare e che si è convenuto di confermare anche quest’anno estendendolo alla somministrazione di alimenti e bevande. Riteniamo che il prevedibile aumento dei torinesi che rimarranno in città e dei turisti che visiteranno Torino incrementerà in parallelo il numero dei titolari di negozi, bar e ristoranti che sceglieranno di tenere aperte le loro attività in agosto”. “Concordiamo con le scelte del Comune”, ha dichiarato a sua volta il presidente di Confesercenti Stefano Papini, “per tre ragioni: in primo luogo è apprezzabile che il l’Amministrazione confermi la possibilità per i commercianti di scegliere senza imposizioni il proprio turno ferie, in secondo luogo si tratta dell’impostazione che meglio si adatta alle mutate abitudini dei consumatori ed infine non va dimenticato che quest’anno Torino ospiterà i “World Master Games”, un’occasione da cogliere per presentarsi al meglio agli occhi di turisti e visitatori”. A questa programmazione delle aperture hanno aderito, oltre ad ASCOM e Confesercenti, EPAT, FIEP e T, Associazione Provinciale Macellai, Associazione Artigiana Panificatori, Federdistribuzione, FAIB Confesercenti, UGIC e CGIL Commercio.