Catania, insegnante di 37 anni tenta di uccidere la figlia di 3 anni con due colpi di coltello

La donna ha mirato alla guancia e al collo e poi ha tentato il suicidio ferendosi all’addome con la stessa arma. L’episodio è avvenuto a Catania. Madre e figlia sono ricoverate nello stesso ospedale e non sarebbero in pericolo di vita.

A soccorrerle è stato il marito, un impiegato di 46 anni. Secondo la polizia, che ha arrestato la donna per tentativo di omicidio, è stato un raptus.

E’ fuori pericolo la bambina di tre anni ferita la notte scorsa dalla mamma, una 37enne che poi ha tentato il suicidio, a Catania. La piccola è stata colpita con un un coltello da cucina al collo, alla mandibola e alla guancia destra. E’ stata sottoposta a un intervento ricostruttivo nell’ospedale Cannizzaro, che è riuscito, ma restano da valutare anche, sul piano estetico, gli eventuali esiti cicatriziali. E’ di 30 giorni invece la prognosi per la madre per ferite addominali.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin