Montebelluna, Massimiliano Garbin aggredisce il diciannovenne Marco Chiaro, ricoverato con un vasto ematoma al cervello

In base al bollettino medico dell’ospedale di Castelfranco, le condizioni del giovane sono gravissime a causa di un vasto ematoma al cervello. La tragedia si è consumata alla Loggia dei Grani. L’aggressore è Massimiliano Garbin, 22 anni, giostraio senza fissa dimora. Sentendosi troppo osservato da Marco Chiaro e da un suo amico, Garbin avrebbe chiesto loro il motivo di quegli sguardi insistenti. Chiaro e il suo amico hanno preferito allontanarsi ma Garbin, pare in compagnia di un altro straniero, li ha avvicinati. Il giostraio ha finto un chiarimento ma quando Marco Chiaro gli ha voltato le spalle, si è sentito toccare a un braccio e nel girarsi è stato raggiunto da un violento pugno al volto che lo ha fatto stramazzare al suolo, dove ha perso i sensi.

Marco Chiaro lavora come operaio in una ditta di cartongessi. Massimiliano Garbin, rintracciato dai carabinieri del Nucleo operativo di Montebelluna, è stato denunciato.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin