Udine, omicidio di Mirko Sacher spunta la pista dei soldi

E’ giallo sulla morte del 67/enne ex ferroviere di Udine trovato cadavere alla periferia del capoluogo friulano, dopo che si era incontrato dalla mattina alle ore 09:30 con le due quindicenni ora accusate di omicidio, volontario o preterintenzionale. Le due ragazze, secondo quanto sinora appurato dagli inquirenti, avrebbero sempre parlato di un tentativo di stupro da parte dell’anziano al quale loro si sarebbero duramente opposte sino a strangolarlo, ma man mano che passano le ore questa ipotesi si sta affievolendo e ne emerge un’altra con sempre maggiore forza. Forse tutto è avvenuto per una questione di soldi.

Tra le due ragazze una era quella che maggiormente frequentava Sacher ed aveva più rapporti con lui. L’altra ne approfittava sapendo l’andazzo. E’ emerso che frequenti erano stati i regalini, l’acquisto di sigarette, di ricariche telefoniche che Sacher faceva alle ragazzine le quali talvolta disponevano anche di denaro contante che sarebbe stato lo stesso Sacher a consegnare a una delle due. Non si esclude poi che ultimamente l’uomo in cambio avrebbe preteso qualche favore in più da parte dalle giovani e a far scattare in loro una sorta di ”punizione” andata oltre le intenzioni.

Nelle ultime ore quindi le indagini sarebbero dirette a distinguere posizioni e responsabilità delle due ragazzine.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0