Torino, massaggi hard in due centri benessere cinesi

Individuati dalle Fiamme Gialle che hanno sequestrato i centri, 500 mila euro l’anno il giro d’affari, denunciando sei persone. Tra queste, tre sorelle di nazionalità cinese, che gestivano i locali, un commercialista che si occupava della regolarizzazione delle massaggiatrici hot assumendole come colf e un docente universitario di 72 anni, che promuoveva i centri con annunci sul web.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin