Milano, uccide la madre soffocandola con un sacchetto della spesa e tagliandole le vene

Tragedia nella follia nel capoluogo lombardo dove un uomo ha prima assassinato la madre e poi ha tentato di togliersi la vita lui stesso allo stesso modo. E’ accaduto in una camera d’albergo all’Hotel Hermitage, quattro stelle lusso in via Messina 10, Chinatown. La Polizia nella stanza al terzo piano ha trovato una donna di 59 anni già deceduta e un uomo di 31 anni in fin di vita, madre e figlio.

Si tratta forse un omicidio-suicidio “programmato”. Il figlio avrebbe soffocato con un sacchetto e tagliato le vene alla madre, prima di provare a togliersi la vita lui stesso. Una scelta estrema che potrebbe essere spiegata da una condizione di vita difficile, forse problemi economici. La famiglia abita in via San Senatore, pieno centro di Milano, zona Missori.

Il trentenne, ricoverato in gravi condizioni a Niguarda, in stato di fermo, prima dell’ultimo gesto, avrebbe manifestato i suoi intenti suicidi al padre e a un amico. Questi ultimi avrebbero avvisato la Polizia.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0